Analisi Del III Movimento – Il CONCERTO IN FA# MINORE DI SERGE KOUSSEVITZKY

Analisi Del III Movimento – Il CONCERTO IN FA# MINORE DI SERGE KOUSSEVITZKY

Analisi Completa III Movimento: IL CONCERTO IN FA# MINORE PER CONTRABBASSO E ORCHESTRA DI SERGE KOUSSEVITZKY   Analisi del Terzo Movimento.

Analisi del terzo movimento

 

Nel 1908 venne assunto dalla Filarmonica di Berlino e debuttò come direttore (diresse il concerto N.2 di Sergei Rachmaninoff con lo stesso compositore al pianoforte). L’anno successivo lui e sua moglie tornarono in Russia, fondò la propria orchestra a Mosca inoltre investì parte dei suoi capitali nel business dell’editoria, formando il proprio studio, Éditions Russes de Musique. Acquistò così dei cataloghi di molti dei più grandi compositori dell’epoca (Rachmaninoff, Alexander Scriabin, Sergei Prokofiev , Igor Stravinsky , e Nikolai Medtner.

Dopo la rivoluzione russa del 1917, accettò il posto come direttore della nuova Orchestra Filarmonica di Stato di Pietrogrado (1917-1920). Nel 1920, decise di lasciare definitivamente l’Unione Sovietica per recarsi a Parigi dedicandosi all’organizzazione e alla direzione di concerti presentando le nuove opere dei compositori tra cui si ricordano quelle di Maurice Ravel. Tre anni dopo fu nominato direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica di Boston, posto che mantenne fino al 1949. Nel 1941 divenne cittadino statunitense e fondò il Berkshire Music Center e nel 1942 la K. Foundation, l’una per corsi di perfezionamento, l’altra per promuovere la conoscenza della musica contemporanea. La sua produzione comprende un concerto per contrabbasso, passacaille per orchestra, un’ overture e pezzi per contrabbasso e pianoforte.

Dopo la sua morte la vedova Olga Koussevitzky continuò l’opera del marito presso la fondazione, sostenne le nuove composizioni e ne commissionò alcune in memoria del marito.Tra le opere create con la fondazione ricordiamo: Benjamin Britten ‘s opera Peter Grimes , l’opera di Douglas Moore The Ballad di Baby Doe , Béla Bartók ‘s Concerto per Orchestra , Aaron Copland ‘s Symphony No.3, e Olivier Messiaen ‘s Turangalîla-Symphonie. Olga Koussevitzky regalò al contrabbassista Gary Karr il contrabbasso di Serge dopo aver visto il contrabbassista eseguire in maniera esemplare il concerto op 3, rivendendo nel contrabbassista statunitense il fantasma del marito uno strumento del 1611 costruito dai Antonio e Girolamo Amati. Lo strumento ora porta i nomi di entrambi Karr e Koussevitzky. Gary Karr registrò la più grande esecuzione del concerto in F# minore e lo rese famoso in tutto il mondo. Nel 2008 Gary Karr donò a sua volta lo strumento come promise alla vedova

 

 

 

 

 

Serge Koussevitzky: direttore, compositore, virtuoso di contrabbasso e personaggio di spicco mondiale

 

 

Serge Koussevitzky :meglio conosciuto come Serge, ( Mosca 26 luglio 1874 – Boston 4 giugno 1951) è stato un direttore d’orchestra e contrabbassista russo naturalizzato statunitense, noto per la sua lunga permanenza come direttore della Boston Symphony Orchestra 1924-1949. Studiò contrabbasso con il maestro oriundo cecoslovacco Josef rambousek, nell’odierno conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Nel 1905 ottenne il successo a Mosca come contrabbassista e dopo aver pagato i debiti di gioco del suo maestro si trasferì a Berlino per studiare direzione d’orchestra sotto la guida di Sergei Arthur Nikisch.

Nel 1908 venne assunto dalla Filarmonica di Berlino e debuttò come direttore (diresse il concerto N.2 di Sergei Rachmaninoff con lo stesso compositore al pianoforte). L’anno successivo lui e sua moglie tornarono in Russia, fondò la propria orchestra a Mosca inoltre investì parte dei suoi capitali nel business dell’editoria, formando il proprio studio, Éditions Russes de Musique. Acquistò così dei cataloghi di molti dei più grandi compositori dell’epoca (Rachmaninoff, Alexander Scriabin, Sergei Prokofiev , Igor Stravinsky , e Nikolai Medtner.

Dopo la rivoluzione russa del 1917, accettò il posto come direttore della nuova Orchestra Filarmonica di Stato di Pietrogrado (1917-1920). Nel 1920, decise di lasciare definitivamente l’Unione Sovietica per recarsi a Parigi dedicandosi all’organizzazione e alla direzione di concerti presentando le nuove opere dei compositori tra cui si ricordano quelle di Maurice Ravel. Tre anni dopo fu nominato direttore stabile dell’Orchestra Sinfonica di Boston, posto che mantenne fino al 1949. Nel 1941 divenne cittadino statunitense e fondò il Berkshire Music Center e nel 1942 la K. Foundation, l’una per corsi di perfezionamento, l’altra per promuovere la conoscenza della musica contemporanea. La sua produzione comprende un concerto per contrabbasso, passacaille per orchestra, un’ overture e pezzi per contrabbasso e pianoforte.

Dopo la sua morte la vedova Olga Koussevitzky continuò l’opera del marito presso la fondazione, sostenne le nuove composizioni e ne commissionò alcune in memoria del marito.Tra le opere create con la fondazione ricordiamo: Benjamin Britten ‘s opera Peter Grimes , l’opera di Douglas Moore The Ballad di Baby Doe , Béla Bartók ‘s Concerto per Orchestra , Aaron Copland ‘s Symphony No.3, e Olivier Messiaen ‘s Turangalîla-Symphonie. Olga Koussevitzky regalò al contrabbassista Gary Karr il contrabbasso di Serge dopo aver visto il contrabbassista eseguire in maniera esemplare il concerto op 3, rivendendo nel contrabbassista statunitense il fantasma del marito uno strumento del 1611 costruito dai Antonio e Girolamo Amati. Lo strumento ora porta i nomi di entrambi Karr e Koussevitzky. Gary Karr registrò la più grande esecuzione del concerto in F# minore e lo rese famoso in tutto il mondo. Nel 2008 Gary Karr donò a sua volta lo strumento come promise alla vedova.

 

condividi
Share on Facebook0

Leave a Comment