Blues o non Blues …. e suoi derivati

Blues o non Blues …. e suoi derivati

Blues o non Blues …. e suoi derivati

Durante le lezioni in classe dopo un periodo di studio del blues vanno sicuramente affrontati alcuni brani che serviranno a farci capire la funzione delle scale, sostituzioni e tournerounds trovati, in modo tale da spezzare e variare l’abitudine che l’orecchio si è fatto con il Blues.

Ma che cos’è il Blues??

La struttura Blues è per definizione una forma ciclica eseguita solitamente in 12 misure, con dei punti saldi nelle battute ( 1 – 5 – 9 ) = ( I – IV – V ). Il tema melodico del Blues viene quasi sempre sviluppato con frammenti della scala blues.

” I primi blues (blues rurale) erano organizzati secondo una struttura strofica solitamente di 12 battute, divisa in 3 parti da quattro misure ciascuna. La prima sezione enunciava, su un accordo di tonica, un testo di protesta, erotico, lamentoso o di rabbia. La seconda sezione ripeteva gli stessi concetti però su un accordo di sottodominante. L’ultima parte, sulla dominante, lanciava un grido di speranza o prendeva atto delle condizioni disagiate della popolazione nera. ” ( da jazzitalia )

Caratteristica del Blues è il continuo alternarsi degli accordi di dominante che risolvono su altri accordi di dominante. Le Forme Blues di Parker e Coltrane ( Coltrane Changes ) con le loro idee armoniche portarono le dodici misure a strepitose soluzioni

  • es: Now’s the time – Blues for Alice ( molte sostituzioni ) Au Privave

Il Blues fu portato così all’esasperazione e dalle sue strutture si emanciparano altre forme ambigue!! Ed è di queste forme che molte volte si sorvola l’importanza … oppure conosciamo solo ” The chicken ” ooooh che bello un blues in 16 misure. Ma osserviamo brani come Solar ( brano costruito in docici misure ricco di II-V-I ) possiamo sicuramente accrescere l’argomento precedente sviluppando maggiore conoscenza su strutture armoniche di cui il blues è ricco. N.B. Solar ha solo la forma ciclica delle 12 misure…ma non i punti saldi nelle misure 1 – 5 – 9.

Altro brano è la bellissima Bluesette, scritta in tempo 3/4, maschera un blues di stampo Parkeriano in 24 battute, simil Blues For Alice. Provate a dimezzare le battute e a portare il tempo in 4/4 vi ritroverete di fronte questo:

Bbmaj7

 A-7b5      D7

 G-7      C7

 F-7      Bb7

 Ebmaj7

 Eb-7      Ab7

 Dbmaj7

 Db-7      Gb7

 Cbmaj7

 C-7b5      F7

 D-7      Db7

 C-7      F7

Buon Divertimento!!

condividi
Share on Facebook0

Leave a Comment